CCNL TURISMO: Flaica-Uniti CUB chiede PIU’ DIRITTI PER I LAVORATORI PER UN MAGGIORE SVILUPPO DEL SETTORE

E’ dal 2013 che un milione e mezzo di lavoratori attendono il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del Turismo. Sono persone che svolgono servizi essenziali, tra i quali anche la refezione e le pulizie nelle scuole, ma che frequentemente vivono condizioni di precarietà estrema, lavorando spesso in appalto.

Non si può più attendere! Per sbloccare la situazione, come FL.A.I.C.A. Uniti – CUB abbiamo avanzato una serie di proposte incentrate su una maggiore tutela dei diritti dei lavoratori. Tra queste, il rispetto della continuità lavorativa nei cambi d’appalto, con l’obbligo, per l’impresa subentrante, di riassorbire il personale mantenendo le precedenti condizioni contrattuali; per non dire dell’integrazione per malattia,che dev’essere corrisposta al 100% dal primo giorno. Di più, chiediamo pure di porre dei limiti alle clausole che impongono flessibilità, incidendo pesantemente sulla vita delle persone.

Quanto ai permessi ROL, riteniamo che debbano assolutamente restare nella disponibilità del lavoratore e non utilizzati, come spesso accade, per far fronte alle necessità tecnico-organizzative dell’azienda. Un discorso a parte meritano gli ammortizzatori sociali: li consideriamo imprescindibili per garantire un reddito minimo vitale sia ai lavoratori delle mense scolastiche, nei periodi di interruzione del contratto, sia ai lavoratori stagionali.

E a proposito delle condizioni economiche dei lavoratori del settore, proponiamo un aumento salariale di 200€, superiore alle cifre, inadeguate all’attuale costo della vita, ventilate dai Sindacati Confederali. I quali hanno piazzato pezzi del proprio apparato in quegli Enti Bilaterali che, finanziati con una trattenuta a carico dei lavoratori e con un contributo dei datori di lavoro, si sono rivelati del tutto inutili. Ne chiediamo l’eliminazione: i soldi di cui dispongono debbono tornare, per quanto loro dovuto, nelle tasche dei lavoratori o, al limite, essere convogliati verso un piano nazionale di investimenti volto allo sviluppo del ramo turistico.

In ultimo, riteniamo che anche in questo settore si debba affermare quella piena democrazia nei luoghi di lavoro che è condizione essenziale per l’efficace autodifesa dei lavoratori: il diritto di assemblea retribuita dev’essere garantito a tutte le 00.SS, anche non firmatarie del CCNL.
Oggi più che lo dobbiamo ribadire con forza: non si può avere crescita in un settore così rilevante per l’economia se non restituendo dignità ai lavoratori!

Passa dalla tua parte, iscriviti alla FL.A.I.C.A. UnitiCUB!

Luglio 2017

F.L.A.I.C.A. Uniti – C.U.B.
Federazione lavoratori agro-industria commercio ed affini uniti
00184 ROMA – Via Cavour, 101 – Tel. 06/48029250 – Fax 06/4828857

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei tuoi profili social. Grazie!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *